La Festa dei Folli nel segno della Cultura

By 27 marzo 2018News

La Festa dei Folli 2018, ancora una volta, avrà al suo interno tante iniziative culturali.

Oltre a sottolineare l’apertura dei musei cittadini durante la manifestazione, in questa nuova edizione i ragazzi del “Combusta Revixi”, organizzatori dell’evento, hanno pensato a qualcosa di nuovo, instaurando nuove collaborazioni.

Iniziamo con la mostra “Un viaggio” di Veronica Janise Conti, artista e laureata presso l’Accademia delle Belle Arti di Venezia, che affronta la tematica scelta per la Festa dei Folli 2018. Così  Veronica spiega il significato della sua esposizione che sarà visibile presso la Sala Carafoli, nei cinque giorni di festa:

“Che Cosa significa viaggiare ?  il viaggio è il tema più ricorrente nella mia poetica che però, attraverso fotografie, disegni e parole, non si limita a definirlo solo come uno spostamento del corpo. Viaggiare significa costruire ponti, unioni, sentimenti, crescita. Nell’aspetto che lega il viaggio all’esistenza, viaggiare è il filo teso del funambolo che, senza protezioni, ostinatamente continua a camminare senza sentirsi mai arrivato, ma che in ogni passo si costruisce un po di più.”

Sabato 21 aprile alle ore 17.30 nella Pinacoteca Comunale, avverrà la presentazione del libro “La Linea Profonda”, a cura dell’autore corinaldese Matteo Bettini.
Un romanzo di genere thriller psicologico, narrato con uno stile raffinato ed avvincente al contempo. L’autore si serve sapientemente di opportuni flash-back, per giungere ad un finale davvero da brividi e completamente inaspettato.

Domenica 22 alle ore 17.30 nella Sala A.Ciani del  Comune di Corinaldo, in collaborazione con l’UNITRE di Corinaldo, Conferenza, “Cacciatrici di Paesaggi”.
Rosetta Borchia ed Olivia Nesci, fondatrici dell’Associazione Montefeltro Vedute Rinascimentali, presentano un’interessante avventura nel paesaggio marchigiano alla ricerca e scoperta di luoghi reali corrispondenti agli sfondi di capolavori di Piero della Francesca, Leonardo, Raffaello ed di altri importanti artisti del Rinascimento italiano.

Lunedì 23  alle ore 21.00 nel Piazzale Gioco del Pallone, serata musicale e dialettale “Musica e Parole”, un momento culturale spensierato e divertente, un viaggio nelle nostre radici e tradizioni, insieme alla “Senigallia Blues Band”, a Gent’d’ S’nigaja e a Cittadini corinaldesi, che racconteranno storielle accompagnati da musica blues con testi in dialetto locale.

Mercoledì 25 aprile, alle ore 18.30 Piazzale del Gioco del Pallone, concerto dei “Caduta Libera” Cover Band dei Nomadi, musica e racconti dedicati alla Festa della Liberazione, in collaborazione con l’Associazione Ge.st.o.

Infine ma non meno importante, sabato 21 e martedì 24, dal pomeriggio a sera,  nei pressi del Piazzale del Gioco del Pallone, “Osserviamo il Cielo”, in collaborazione con l’Associazione  N.A.S.A. Nuova Associazione Senigallia Astrofili, verrà realizzato un punto di osservazione celeste, in particolare potremo osservare di giorno il sole con un telescopio particolare e quindi di notte, la volta celeste.